1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Istituto di Istruzione Superiore Aldini Valeriani Sirani

Studenti e genitori

Menu di sezione

Contenuto della pagina

Sportello Aldini Lavoro

Logo dello Sportello Aldini Lavoro



più cultura tecnica,
        più opportunità
                più sviluppo

 

Il Servizio Orientamento & Lavoro, costituito a suo tempo dal Comune di Bologna e dagli Istituti Aldini Valeriani è un "luogo-risorsa" di attività e di servizi per lo sviluppo della cultura e formazione tecnica.

c/o IIS Aldini Valeriani
Via Bassanelli, 9-11 40129 Bologna
 Tel 051 4156252 E.mail: Aldini.Lavoro@comune.bologna.it

 In ottemperanza al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2 marzo 2021 e all'Ordinanza del Presidente della Regione Emilia-Romagna del 3 marzo 2021, dal 4 marzo fino al permanere della Città Metropolitana di Bologna in zona rossa, il Servizio Orientamento & Lavoro resterà chiuso, salvo ulteriori disposizioni governative. 
Le prestazioni lavorative sono presidiate dal personale dipendente in forma di lavoro a distanza e pertanto è possibile accedere a qualsiasi informazione e/o richiesta attraverso la seguente mail: Aldini.Lavoro@comune.bologna.it
Potranno essere fissati, se necessari, appuntamenti telefonici (o videochiamata) per chiarimenti, consulenze personalizzate, supporto alla redazione e aggiornamento del curriculum vitae, per informazioni riguardanti la ricerca attiva del  lavoro e le richieste aziendali.

Chi siamo
Il Servizio Orientamento & Lavoro, è una struttura di servizio del Comune di Bologna nata nel 1995 dalla collaborazione con gli Istituti Aldini Valeriani, la scuola tecnica comunale  di eccellenza - diventata statale  da alcuni anni - che vanta oltre 170 anni  anni di storia e che ha contribuito a scrivere la storia della realtà imprenditoriale bolognese. 
Gli Istituti Aldini Valeriani sono ancora oggi, e sin dai tempi della loro costituzione, un riferimento di prestigio per le aziende industriali del territorio, molti dei suoi diplomati hanno costituito l'ossatura della classe imprenditoriale e produttiva del territorio bolognese e a tutt'oggi numerose e crescenti sono le collaborazioni con imprese di eccellenza della realtà territoriale locale. 

Compito del Servizio Orientamento & Lavoro è quello di collaborare con la scuola al fine di consolidare ed ampliare un'interazione sempre più funzionale tra scuola, mondo del lavoro, imprese e territorio che si concretizza nell'offrire quotidianamente alla scuola, agli studenti e ai diplomati della filiera tecnica un insieme di servizi e attività che hanno l'obiettivo di qualificare il percorso scolastico e di favorire poi il passaggio  dalla scuola al lavoro o agli studi universitari.

 Cosa facciamo
Il Servizio Orientamento & Lavoro in raccordo con la struttura scolastica:
    *    gestisce incontri di  INFORMAZIONE E ORIENTAMENTO nelle classi e presso i genitori degli studenti predisponendo materiali  specifici sulla base di ricerche ad hoc;
    *    collabora alla realizzazione delle esperienze PCTO (ex Alternanza Scuola Lavoro) contribuendo alla ricerca delle aziende disponibili ad ospitare studenti in tirocinio;
    *    mette a  disposizione dei diplomati COLLOQUI INDIVIDUALI per facilitare il passaggio post diploma verso il lavoro o verso la scelta degli studi universitari e la banca dati delle  RICHIESTE DI PERSONALE che pervengono allo Sportello da numerose aziende del territorio;
    *    realizza MONITORAGGI  e INDAGINI sugli sbocchi formativi e lavorativi dei diplomati degli Istituti Aldini Valeriani e di altri istituti tecnici della città, e RICERCHE E APPROFONDIMENTI DOCUMENTARI sui temi della formazione e del mercato del lavoro producendo così materiali informativi anche con finalità orientative e per la programmazione scolastica.

 

L'ultima di queste indagini è  #ITI a Bologna. "Avere Vent'anni ed essere tecnici a Bologna" Rapporto 2019 - con cui il Comune di Bologna con il sostegno della Fondazione Aldini Valeriani, rinnova e attualizza il suo impegno nella diffusione dei dati relativi agli esiti occupazionali e formativi dei diplomati di alcune tra le più importanti «scuole tecniche» dell'area metropolitana bolognese: gli ITI Aldini, Belluzzi e Majorana. Il quadro emerso dal Rapporto 2019 illustra risultati ed obiettivi che i giovani intervistati ad uno, tre e cinque anni dal diploma che li ha resi dei "tecnici" sono riusciti a scrivere nelle carte di un passato molto recente, lungo traiettorie di studio o lavoro che sia. Arricchiscono quest'anno questa fotografia del presente testimonianze  e narrazioni sull'idea di futuro raccolta dalle parole dei protagonisti che si raccontano nelle interviste:

 

Perché lo facciamo
A partire dal principio che l'istruzione costituisce una risorsa centrale nello sviluppo economico, sociale e culturale di ogni comunità locale, anche perché concorre a determinare la produttività potenziale di una società, il Comune è per sua natura interessato a sostenere i processi di integrazione tra scuola e territorio per contribuire alla costruzione di un valido sistema educativo territoriale nella convinzione che "la Scuola ha bisogno della Città, così come la Città ha bisogno della Scuola".
Il Comune di Bologna - Area Educazione,Istruzione e Nuove Generazioni-  ha voluto perciò operare con la volontà precisa di intervenire nel segmento della formazione tecnica sostenendo la valorizzazione degli Istituti Aldini, anche dopo la statalizzazione, attraverso il Servizio  Orientamento & Lavoro come "elemento di allargamento e qualificazione dell'offerta formativa", come si legge nei documenti costitutivi di tale servizio, dal momento che "supportare e concorrere alla diffusione della cultura tecnica e dei processi formativi che preparano giovani e adulti a confrontarsi con la tecnologia e le relative professioni in un tessuto economico bolognese caratterizzato da una rete industriale particolare (grandi aziende, ma anche un fitto intreccio di medie e piccole aziende che lavorano sul territorio creando un sistema virtuoso) dove i temi dell'innovazione sono la sfida più importante per mantenere i livelli di competitività raggiunti dal sistema".